Lunedì, 08 Aprile 2019 13:42

Capodanno Cinese 2019

Il 23 febbraio 2019 si è tenuto a San Marino il Capodanno Cinese organizzato dall’Istituto Confucio San Marino.
L’originale iniziativa nel corso degli anni si è rivelata un vero successo con una partecipazione straordinaria della comunità sammarinese e del circondario. Il tradizionale “Veglione” ha come obiettivo principale la condivisione e la conoscenza di due culture diverse attraverso la celebrazione e i festeggiamenti di un momento molto significativo come il Capodanno.

Durante il cenone, solo a base di specialità cinesi, si sono esibiti artisti italiani e cinesi. Lo spettacolo della “Danza del Leone” ha inaugurato la serata del Capodanno Cinese. Questa danza , ebbe origini durante la dinastia Tang (618 – 906 AD). La leggenda narra che un imperatore una notte fece un sogno in cui un animale dall’aria strana salvava la sua vita. L’imperatore descrisse il sogno ai suoi ministri e uno di essi disse all’Imperatore che lo strano animale somigliava a una creatura dell’Occidente, un leone. Da quando lo strano animale salvò la vita dell’Imperatore nel suo sogno, il leone presto divenne un simbolo di buona fortuna in tutta la Cina. Era credenza che la danza del Leone scacciasse gli spiriti malvagi. Oggi questa danza è ancora la cerimonia più importante di inaugurazione per gli eventi e gli affari cinesi. E’ anche un rituale per la festività del Capodanno cinese perché evoca buona fortuna per l’anno che arriva. I danzatori del leone sono sempre praticanti di Kung Fu,

Le scuole di Kung Fu utilizzavano questa antica danza anche come prova di forza, coordinazione e agilità. La notevole difficoltà fisica nell’eseguire le coreografie e i complessi movimenti garantiscono infatti un notevole rafforzamento delle posizioni base e dello stile del Kung Fu. Maestri qualificati e campioni internazionali di arti marziali hanno portato in scena uno spettacolo che ha riscontrato grande successo anche a livello internazionale. L’eccitante atmosfera grazie ai movimenti del Leone e al solo suono dei tamburi e dei piatti, hanno augurato grande fortuna a tutti i partecipanti al Capodanno Cinese.

L'Associazione di Amicizia San M arino Cina con il patrocinio della Segreteria di Stato per la Cultura mette in palio 5 borse viaggio di studio per il 15° Campus Interattivo Internazionale di Shanghai per l’amicizia fra giovani 2019 (15th Shanghai International Youth Interactive Friendship Camp 2019), che si terrà dal 16 al 25 luglio 2019 a Shanghai.

I l Campus si propone di promuovere gli scambi culturali tra i giovani di Paesi diversi e comprende un breve corso introduttivo di lingua cinese. La lingua comune è in ogni caso l’inglese e quindi una buona conoscenza di tale lingua costituisce un requisito indispensabile per la selezione.

Durante il Campus, gli studenti saranno ospitati in alberghi e potranno fare un’esperienza presso le famiglie, avranno l’occasione di visitare Shanghai e svolgeranno varie attività in preparazione alla Mostra delle Nazioni (presentazioni, lavori di artigianato, pittura, ecc.) per illustrare le peculiarità dei rispettivi Paesi di provenienza.

I partecipanti potranno anche seguire qualche lezione di cinese, ma la lingua comune è in ogni caso l’inglese e quindi una sua buona conoscenza è requisito indispensabile per la partecipazione.

Possono partecipare alla selezione gli studenti di età compresa fra i 14 e i 18 anni (nati tra il 16 luglio 2001 e il 16 luglio 2005) effettivamente residenti nella Re pubblica di San M arino. Le spese di soggiorno sono a carico degli organizzatori del Campus.

I genitori (o chi ne fa le veci) o lo studente se maggiorenne, presentano domanda di partecipazione alla selezione della borsa viaggio di studio unitamente ad una copia dell’ultimo documento di valutazione scolastica (quadro intermedio anno scolastico 2018/19) e un breve testo scritto dallo studente (max 200 parole) che spiega il motivo di interesse al viaggio di studio. La borsa sarà assegnata a insindacabile giudizio di una Commissione, sulla base del merito scolastico, dell’età dello studente, della sua conoscenza della lingua inglese e delle motivazioni al viaggio di studio. La Commissione si riserva la facoltà di effettuare un’intervista ai candidati, anche per verificare la padronanza della lingua inglese.

La documentazione deve essere presentata entro martedì 30 aprile 2019 presso l’Associazione San M arino Cina in Via G. Angeli 39 o tramite mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Giovedì, 07 Febbraio 2019 14:46

Capodanno Cinese a San Marino

SABATO 23 FEBBRAIO: Veglione dedicato al Capodanno Cinese al Palace Hotel 

Una serata di grande festa per celebrare la più antica ed importante festività annuale in Cina, paragonabile alle festività natalizie nei Paesi Occidentali ed è celebrata da ogni Istituto Confucio nel mondo, durante la quale oltre al tradizionale veglione di capodanno con cenone e brindisi, si potrà assistere a numerosi spettacoli che animeranno la prima parte della serata in attesa della mezzanotte. Danze tradizionali: del leone, del ventaglio e delle maniche lunghe. Ma anche spettacoli di arti marziali e thai chi chuan accompagnati da un cantante lirico cinese.

Non mancherà la tradizionale tombola a premi, per poi concludere la serata con la disco music del Dj Yuma.  Per informazioni contattare l'Istituto Confucio San Marino (tel. 0549 882505)

Dall'1 al 12 Settembre 2018 si è svolto il viaggio in Cina organizzato dalla Associazione di Amicizia San Marino Cina in occasione del suo 30° Anniversario della fondazione.
Il gruppo composto da 60 persone, accompagnate dal Presidente dell’Associazione, Gian Franco Terenzi, ha scoperto un paese immenso, ricco di storia e in continua crescita.
Prima tappa del viaggio: PECHINO

Escursione a 70 km a nord ovest di Pechino, a Badaling per ammirare un tratto della Grande Muraglia, con le sue impressionanti scalinate e torri di guardia. L’ambizioso progetto difensivo, iniziato sotto la dinastia Qin (221-207 a.C.), si snodava per più di 5.000 km dal passo Shanghai, sulla costa orientale, fino al passo Jiayu, nel deserto del Gobi.

gruppo muragliaLa visita alle Tombe Imperiali Ming, nel complesso furono sepolti 16 imperatori insieme a mogli e concubine, oltre a inestimabili tesori funebri, saccheggiati negli anni. L’accesso alle Tombe è segnato da una passeggiata lungo la Via Sacra fiancheggiata da statue in pietra di animali fantastici e di personaggi di corte.

Piazza Tienanmen, epicentro della vita politica e sociale, e vera e propria porta della Cina. Delimitata a nord dalla Porta della Pace Celeste, ingresso imperiale alla Città Proibita, e a sud dalla Porta Anteriore che si apre in uno dei quartieri più animati della città, la grande piazza è abbracciata dagli austeri edifici del Palazzo dell’Assemblea del Popolo e dal Museo della Storia della Rivoluzione, mentre nel centro la vista è interrotta dal Mausoleo di Mao e dal Monumento agli Eroi del Popolo. Visita della Città Proibita, impenetrabile residenza imperiale fin dal 1406, durante la dinastia Ming e aperta al pubblico solo dal 1949. Varcate le immense porte, si schiude un mondo sfarzoso, con gli edifici di governo e residenze private dove si svolgeva la vita di Corte, fra sale, padiglioni, teatri, giardini.

P1010200

 

Visita del Tempio del Cielo, Il Tempio dei Lama, o tempio tibetano. Il tempio del Cielo fu costruito nel 1460 in un complesso di altari in marmo e magnifici padiglioni lignei, dove il Figlio del Cielo si recava per celebrare solenni riti, pregare per il buon raccolto e ottenere la benedizione divina. Visita nella città vecchia e giro con i caratteristici risciò.

Un altro interessante sito di Pechino è il Palazzo d’Estate, il parco reale più grande e meglio conservato in Cina. Luogo ideale per il riposo, fu il ritiro scelto dalla famiglia imperiale per sfuggire alla calura estiva. Attorno al grande lago Kunming si affacciano sinuosi corridoi, padiglioni, palazzi e templi. Sulla sponda nord giace immobile la grande barca in marmo, voluta dall’imperatrice Cixi e costruita col denaro destinato alla costruzione di una vera flotta.

Per i festeggiamenti dedicati al 30° anniversario della Associazione San Marino Cina: un banchetto ufficiale offerto dalla Associazione Nazionale di Amicizia.

festeggiamenti pechino

 

 Seconda tappa del viaggio: Xi’AN - Città che fu capitale della Cina durante sei dinastie imperiali (ultima la dinastia Tang, caduta nel 907 d.C.).

Escursione d’obbligo a km 35 di distanza da Xian, per la visita dell'Esercito di Terracotta, posto nel 3° secolo a.C. a guardia del tumulo funerario di Qin Shi Huangdi, l'imperatore che per primo unificò la Cina. Visita mattutina al laboratorio di argilla per imparare come realizzare quelle sculture di argilla di 2000 anni fa.

IMG 3098 bis Terracotta

Successivamente visita dei principali monumenti della città: le antiche mura, un rettangolo con un perimetro di 14 km; la pagoda della Grande Oca Selvatica, nella parte meridionale della città, di epoca Tang, eretta nel 652 per conservare i testi sacri buddisti portati dall’India.

Xian notteXian

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Terza tappa: Nanchino

Capitale imperiale dell’inizio della dinastia Ming. Capoluogo della provincia del Jiangsu, è pittorescamente ubicata sulle rive dello Yangtze, vicino alla Collina Purpurea. Visita del Mausoleo del Dr. Sun Yat-sen. Si trova ai piedi del Monte Zijin, nella periferia est della città di Nanchino e copre un'area di 80.000 metri quadrati.

Nanchino

Nanchino 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FCQL0246 2

 

Poi visita del Ponte sul fiume Yangtze, il grandioso ponte a due piani che attraversa il fiume. Visita della porta di Zhonghua, l'entrata meridionale delle mura cittadine di Nanchino. Le mura cittadine furono costruite nel XIV secolo e sono le più lunghe del mondo con un sviluppo di 48 km. Quindi visita del Tempio di Confucio, un luogo di consacrazione e adorazione di Confucio, il grande pensatore ed educatore dell'antica Cina. Secondo Confucio gli uomini, dipendendo dalle loro inclinazioni e capacità personali, hanno dei precisi doveri di governo della famiglia e dello stato, per questo devono perfezionare la loro educazione, evolvendo il senso morale e l'umanità onde essere idonei alla missione, uomini retti, saggi, benevoli e valorosi. 

IMG 3299

Visita mattutina al Museo di Nanchino, considerato uno dei tre maggiori musei della Cina. Visita della zona del Tempio di Confucio. Il tempio è un vero e proprio quartiere, affacciato su di un fiume, pieno di ristoranti e negozi, di cui molti con merchandising a tema.

Nanjing 1912, è una zona che prende il nome dall’anno in cui Sun Yat-sen rovesciò la dinastia Quing. Si trova fra Changjiang Lu e Changjang Hou Jie e include il Palazzo Presidenziale e altri edifici storici. Ma, soprattutto, è il cuore della vita notturna della Nanchino moderna, traboccante di locali di ogni genere e frequentata sia da cinesi sia da stranieri.

 

Nanchino confucio

P1010671

 

Quarta e ultima tappa del viaggio: SHANGHAI

Partenza con il Treno veloce per Shanghai, tragitto di 301km. All’arrivo visita del Museo dell’Urbanizzazione, dove c’è il plastico più grande della Città di Shanghai. successivamente passeggiata sul Bund: la nuova zona di Pudong si arricchisce rapidamente di edifici futuristici, e il panorama in continua evoluzione è particolarmente suggestivo se osservato dal Bund, la passeggiata sul fiume Huangpu, alle cui spalle gli antichi edifici coloniali formano un contrasto affascinante. La sera è dedicata all’apprezzamento dello spettacolo acrobatico.

P1010901

P1010918

  

L’intera giornata sarà dedicata alla visita della città. Trasferimento alla città vecchia nel dedalo delle sue viuzze, si trova il Giardino del Mandarino Yu, un pregevole esempio di architettura del paesaggio di epoca Ming. Si visita poi, il Yufo si, il Tempio del Buddha di Giada, che racchiude una preziosa statua di giada bianca alta 2 metri.

P1010968

P1010993

Visita della Shanghai tower.

 P1020017IMG 3437

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche a Shanghai i nostri amici dell'Associazione di Amicizia hanno organizzato un banchetto per festeggiare il 30° anniversario della nostra Associazione. Bellissima ed emozionante gita in battello sul Fiume Huangpu.

IMG 3507

La città di Suzhou è situata in mezzo al delta del fiume Yangtze nella provincia del Jiangsu, a ovest di Shanghai, a est di Wuxi e circondata dal fiume Yangtze a nord e dalla provincia del Zhejiang a sud. Dato che il 42% dell'intera area è occupata dalle acque di laghi, fiumi e torrenti, la città di Suzhou, che è anche attraversata dal Grande Canale che scorre da Hangzhou fin verso Pechino, viene spesso riferita con il titolo di "Venezia di Oriente". Avrete l’occasione di visitare il giardino di Humble Administrator, il più grande e famoso giardino paesaggistico di Suzhou. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita al simbolo della città, la Tiger Hill con successivo giro in barca sul “Canal Grande”. 

Sozhou

Sozhou 2

L’Associazione di Amicizia San Marino-Cina nasce nel 1988, dalla necessità di approfondire la conoscenza della cultura e della realtà appartenente alla Repubblica Popolare Cinese e di instaurare rapporti di amicizia fra la stessa e la Repubblica di San Marino.

Il Presidente, uno dei suoi soci fondatori, Dott. Gianfranco Terenzi, da anni cura personalmente le attività dell’Associazione organizzando conferenze e mostre tematiche, promuovendo dibattiti, incentivando i viaggi verso la Cina, accogliendo le visite delle delegazioni cinesi a San Marino allo scopo di divulgare la conoscenza in campo sociale, economico, scientifico, culturale e per creare relazioni di mutuo scambio tra i due paesi.

Quest’anno giunge all’importante traguardo del suo 30° anniversario.

Per questa ricorrenza è stata organizzata una cena conviviale venerdì 26 gennaio al Grand Hotel San Marino, un’occasione di condivisione per festeggiare tra associati e amici e alla presenza di una delegazione dell’Associazione per l’Amicizia fra i Popoli Stranieri della Repubblica Popolare Cinese (CPAFFC). Considerando l’importanza dell’evento erano presenti anche il Segretario di Stato per gli Affari Interni, Guerrino Zanotti e il Segretario di Stato per la Cultura, Marco Podeschi. Durante la serata è stata ripercorsa la storia della Associazione con la proiezioni di un filmato e foto a testimonianza dei numerosi progetti organizzati in questi 30 anni. Inoltre sono state presentate le varie missioni ufficiali per il 2018.

L’Associazione San Marino Cina grazie a varie collaborazioni in ambito culturale, ha organizzato in questi anni campus estivi in Cina per studenti sammarinesi, aperto un Istituto Confucio a San Marino facendo conoscere maggiormente la lingua e la cultura cinese, ha organizzato eventi culturali e folkoristici, mostre di prodotti artigianali cinesi e spettacoli. Infine ha recentemente inaugurato un museo di arte e cultura cinese, nato dall’idea di raccogliere le testimonianzedegli incontri, i cui oggetti sottolineano l’amicizia che lega le due realtà, e mostrano quanto sia variegata l’espressione culturale cinese, che da voce ad un territorio ampio e ricco di diverse identità.
In tutte queste occasioni, ha sancito in maniera, costante e continua relazioni forti che hanno facilitato l’approccio istituzionale per la realizzazione di accordi culturali ed economici favorendo contatti di imprenditori portando allo sviluppo di attività commerciali.

30 anni sono certamente tanti, ed è per questo che le autorità cinesi osservano con rispetto e fiducia un percorso che definiscono vecchia amicizia.

Lunedì, 12 Febbraio 2018 10:56

Viaggio in Cina 2018

L'Associazione di Amicizia San Marino Cina in occasione del suo 30°anniversario organizza un viaggio in Cina: salire sulla più grande muraglia al mondo a Pechino, ammirare l’imponente per esercito di terracotta a Xi’an, visitare Nanchino e il suo ricco patrimonio storico e culturale, infine esplorare Shanghai, la città più grande della Cina, che trasuda un'atmosfera di vitalità e concludere con una magica escursione a Suzhou, la Venezia d’oriente.

La Cina riserva moltissime esperienze elettrizzanti.

Ottobre 2017 - L’Associazione di Amicizia San Marino Cina, alle soglie del suo 30°Anniversario, ha invitato alcuni rappresentanti provenienti da 15 provincie e istituzioni cinesi alla giornata dell’amicizia San Marino Cina che si è tenuta domenica 29 ottobre. Un’occasione importante e nel contempo utile per consolidare maggiormente gli ottimi rapporti che da decenni contraddistinguono le relazioni bilaterali.
Le delegazioni sono arrivare a San Marino domenica 29 ottobre ed è stata organizzata una cena di benvenuto per gli ospiti cinesi per onorare l’amicizia e le relazioni fra i due paesi presso il Ristorante La Terrazza del Titano.

Al termine della cena conviviale il Presidente Terenzi ha consegnato una targhetta di ricordo dell’evento a tutti i partecipanti. L’inaugurazione del Museo di Arte e Cultura cinese che raccoglie le testimonianze di tre lustri decenni. La mostra nasce dall’idea di raccogliere le testimonianze degli incontri, i cui oggetti sottolineano l’amicizia che lega le due realtà, e mostrano quanto sia variegata l’espressione culturale cinese, che da voce ad un territorio ampio e ricco di diverse identità.

Sulla cartina geografica i due Paesi non potrebbero essere più distanti: l’una un piccolissimo paese, l’altra uno sterminato continente, eppure il vincolo dell’amicizia che lega la Repubblica di San Marino alla Repubblica Popolare Cinese non potrebbe essere più saldo. A rendere vicini i due paesi, nonostante le differenze, sono i valori comuni rappresentati dall’amore per le tradizioni storico-culturali e dal desiderio di preservare inalterato tale patrimonio.
Vuole essere dunque un momento di arricchimento culturale, un’occasione di conoscenza e di ulteriore avvicinamento alla Cina per il pubblico. La volontà dell’Associazione sarà quella di ampliare nei prossimi anni tale raccolta, come mezzo per raccontare e conoscere il progresso culturale in continua evoluzione.

Pagina 1 di 5